6 Settembre 2022

L’importanza del pesce per lo sviluppo cognitivo dei bambini

Si dice che settembre sia il momento migliore per tornare alle cosiddette “buone abitudini”, con le vacanze estive ormai alle spalle, con il clima che inizia ad essere più clemente e quell’aria di novità che invoglia tutti, adulti e bambini.

L’inizio dell’anno scolastico è alle porte e per consentire anche ai più piccoli di riprendere i ritmi della scuola con la giusta carica ricordiamoci di inserire tra i buoni propositi anche il ritorno a un’alimentazione sana e bilanciata, cercando di variare il più possibile gli alimenti che la nostra dieta mediterranea suggerisce.

Nei ragazzi in età scolare i dati attuali riportano la frequente e crescente presenza di abitudini alimentari non corrette a cui si aggiunge l’eccessiva sedentarietà. I bambini e i ragazzi vanno quindi guidati verso scelte alimentari adeguate, incoraggiandoli a consumare quantità sufficienti di un’ampia varietà di cibi ricchi di energia e nutrienti. In questa fascia d’età è fondamentale che i bambini riescano ad assumere il giusto apporto di proteine di origine animale e vegetale, vitamine soprattutto C, D, e quelle del gruppo B e sali minerali, in particolare calcio, ferro e iodio.

Per garantire all’organismo questi nutrienti, i prodotti della pesca rappresentano sicuramente uno dei gruppi alimentari da prediligere: la piramide alimentare mediterranea ne raccomanda il consumo di almeno due porzioni a settimana sia per adulti che per bambini.

Il pesce è infatti un’ottima fonte di proteine ad alto valore biologico, vitamine e sali minerali, nutrienti fondamentali per uno sviluppo ottimale del bambino. Ciò che rende i prodotti della pesca ancor più preziosi dal punto di vista nutrizionale sono i bassi livelli di grassi saturi e gli alti livelli di acidi grassi poliinsaturi, in particolare quelli della serie omega-3.

La maggior parte della ricerca sui benefici degli omega-3 si concentra sugli effetti dell’esposizione durante la gestazione e la prima infanzia.

Gli acidi grassi poliinsaturi omega-3, presenti nel pesce, sono essenziali per un sano sviluppo del cervello umano, in particolare per la capacità di apprendimento e il comportamento dei più piccoli. È stato dimostrato che questi grassi si accumulano nella corteccia cerebrale e nell’ippocampo, aree del cervello deputate all’apprendimento e alla memoria.

Basti pensare che circa il 60% del cervello umano è costituito da composti lipidici e, di questi, il 35-40% è rappresentato da acidi grassi poliinsaturi, principalmente omega-3 di cui il pesce è particolarmente ricco. Tutto questo fa del pesce un alimento ideale per lo sviluppo del cervello e del sistema nervoso.

A conferma di ciò, studi scientifici hanno dimostrato come il consumo di pesce nei bambini e adolescenti sia associato ad una migliore capacità cognitiva, misurata in base al rendimento scolastico, nonché ad una migliore prestazione/performance cognitiva nella prima età adulta come effetto correlato al consumo di pesce durante il periodo adolescenziale.

In aggiunta ai benefici degli omega-3 sulla salute dei più piccoli, si ricorda l’importanza di esporre i bambini a modelli alimentari sani che includano il consumo regolare del pesce. L’assunzione di pesce contribuisce a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari negli adulti; pertanto è evidente che le buone abitudini alimentari acquisite fin da bambini influenzeranno positivamente la salute dell’adulto.

Per soddisfare le raccomandazioni per la prevenzione delle malattie cardiovascolari, le Linee Guida per una Sana Alimentazione raccomandano fortemente di incrementare l’apporto dietetico di omega-3, in particolare per i ragazzi, e di ridurre l’apporto di grassi saturi. Includere frequentemente il pesce nella dieta è anche un’ottima strategia per sostituire i grassi saturi della carne con i grassi insaturi più “sani” presenti nel pesce, che a lungo termine possono portare a numerosi benefici sulla salute, inclusa la riduzione del rischio di malattie cardiovascolari.

Le abitudini alimentari acquisite da giovani spesso persistono nel tempo: è quindi importante educare i bambini e i ragazzi fin dalla tenera età alle buone abitudini alimentari con l’obbiettivo di far comprendere loro che un bambino educato oggi sarà un adulto consapevole domani!

Ricette di pesce per i più piccoli

Per abituare il palato al sapore del pesce, non sempre gradito ai più piccoli, lo si può proporre sotto forme diverse: polpette, hamburger, condimento per la pasta, mousse da spalmare, farcitura di un panino o anche utilizzando croccanti  panature, passata di pomodoro, succo di agrumi o erbe aromatiche.

Polpette di tonno con pangrattato, erba cipollina e limone.

Hamburger di nasello, olive, zucchine e patate.

Pasta con sugo di merluzzo, capperi, olive e spolverata di pan grattato abbrustolito

Crostini di pane con mousse di salmone, ricotta, erba cipollina

Altri articoli del Blog


Altri articoli
del Blog

Segui la rotta della
Conchiglia Card
e scopri tutti i vantaggi

D.I.MAR. s.r.l.
P.IVA e C.F. 01140570431 – Cap. Soc. € 5.000.000,00 i.v. – Iscrizione R.E.A. MI n.1972279 – © 2021-22 SAPORE DI MARE – Tutti i diritti riservati – CODICE ETICOCREDITS

PRIVACY POLICY  –  COOKIE POLICY

D.I.MAR. s.r.l.
P.IVA e C.F. 01140570431 – Cap. Soc. € 5.000.000,00 i.v. – Iscrizione R.E.A. MI n.1972279 – © 2021-22 SAPORE DI MARE – Tutti i diritti riservati – CODICE ETICOCREDITS

PRIVACY POLICY  –  COOKIE POLICY

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Gamberi marinati alla griglia

Ingredienti per 4 persone

8 gamberi interi
4 zucchine
1 cipolla di Tropea
...

Login / Registrati

Hai la Conchiglia Card e sei già registrato?

Hai la Conchiglia Card ma non sei ancora registrato?

Non hai ancora
la Conchiglia Card?

Questa sezione tornerà disponibile a breve!