Baccalà alla portoghese

Cover_baccala-alla-portoghese-1024x731

4 persone

30 min

Ingredienti

500 g di porzioni di baccalà già dissalato
500 g di patate
200 ml di panna fresca liquida
100 g di pecorino grattugiato
1 cipolla bianca
una manciata di olive denocciolate (nere, leccino o taggiasche)
olio extra vergine di oliva qb
olio di semi di arachidi qb
sale e pepe qb
erbe aromatiche (timo, alloro, erba cipollina)

Preparazione

Il baccalà è un ingrediente fondamentale nella cultura gastronomica portoghese, tanto che pare che in Portogallo esistano 365 ricette con il baccalà protagonista, una per ogni giorno dell’anno.

Per la ricetta di oggi scegliamo la variante del bacalhau com natas da realizzare utilizzando porzioni del nostro baccalà dissalato di Sapore di Mare. A differenza di altre versioni, questa è senza uova, più leggera ma sempre gustosissima grazie al mix di patate e formaggio.

1. Per prima cosa taglia la cipolla a lamelle e soffriggila in padella dolcemente con il timo e un paio di foglie di alloro, sfumandola con poca acqua.

2. Risciacqua le porzioni di baccalà, perfettamente scongelate, e tagliale a cubetti, avendo cura di rimuovere eventuali lische rimaste.

3. Unisci il baccalà alle cipolle, cuoci a fiamma viva 5 minuti, girando spesso, poi aggiusta di sale e di pepe e sfuma con la panna, aggiungendola poco per volta, a fuoco dolce, per altri 5 minuti.

4. Nel frattempo taglia le patate a cubetti di 2 cm circa e friggile in abbondante olio di semi fino a quando saranno leggermente dorate.

5. Dopo averle tamponate con della carta da cucina, uniscile al bacalhau com natas e cuoci altri 5 minuti per amalgamare i sapori e far rapprendere un po’ la panna.

6. Spegni la fiamma e spolvera con ⅔ del pecorino grattugiato e un mazzetto di erba cipollina tritata. In una pirofila unta di olio, versa il composto e livellalo, spolverando con il formaggio rimasto. Cuoci in forno a 180° per 25 minuti nel ripiano più basso, poi alza al ripiano centrale, aggiungendo olive e alloro, continuando la cottura per altri 10 minuti. Non avere fretta… il bacalhau com natas si gusta tiepido.

4 persone

30 min

Ingredienti

500 g di porzioni di baccalà già dissalato
500 g di patate
200 ml di panna fresca liquida
100 g di pecorino grattugiato
1 cipolla bianca
una manciata di olive denocciolate (nere, leccino o taggiasche)
olio extra vergine di oliva qb
olio di semi di arachidi qb
sale e pepe qb
erbe aromatiche (timo, alloro, erba cipollina)

L’idea in più
Per un risultato più leggero puoi lessare le patate invece che friggerle in olio di semi di arachidi e utilizzare una panna vegetale o senza lattosio.

MERLUZZO, BACCALÀ O STOCCAFISSO?

Facciamo chiarezza, partendo prima di tutto dalla base, che è sempre merluzzo, il pesce bianco e magro, tipico dell’Atlantico settentrionale, ricco di proteine e sali minerali. Baccalà e stoccafisso sono due preparazioni a base di merluzzo, diverse per trattamento: il baccalà è merluzzo salato, lo stoccafisso è merluzzo essiccato all’aria.

 
Abbinala con
Il suo abbinamento d’elezione è proprio con i bianchi autoctoni di questo Paese, come il vinho verde, profumato agli agrumi, frutta bianca e tè verde; leggero, rinfrescante e minerale.
Puoi assaggiarlo con un Albarino galiziano, ancora più iodato e minerale grazie alla vicinanza dei vigneti all’oceano.
Ma se vogliamo giocare in casa, un’ottima soluzione è orientarsi sui bianchi del nord est, come il Carso Malvasia Doc, perfetto con i piatti di pesce più grassi e sontuosi, grazie alla sua freschezza e alla sua persistenza.

L’idea in più
Per un risultato più leggero puoi lessare le patate invece che friggerle in olio di semi di arachidi e utilizzare una panna vegetale o senza lattosio.

MERLUZZO, BACCALÀ O STOCCAFISSO?

Facciamo chiarezza, partendo prima di tutto dalla base, che è sempre merluzzo, il pesce bianco e magro, tipico dell’Atlantico settentrionale, ricco di proteine e sali minerali. Baccalà e stoccafisso sono due preparazioni a base di merluzzo, diverse per trattamento: il baccalà è merluzzo salato, lo stoccafisso è merluzzo essiccato all’aria.

 
Abbinala con
Il suo abbinamento d’elezione è proprio con i bianchi autoctoni di questo Paese, come il vinho verde, profumato agli agrumi, frutta bianca e tè verde; leggero, rinfrescante e minerale.
Puoi assaggiarlo con un Albarino galiziano, ancora più iodato e minerale grazie alla vicinanza dei vigneti all’oceano.
Ma se vogliamo giocare in casa, un’ottima soluzione è orientarsi sui bianchi del nord est, come il Carso Malvasia Doc, perfetto con i piatti di pesce più grassi e sontuosi, grazie alla sua freschezza e alla sua persistenza.

L'abbiamo preparata con

decoration2

Baccalà

Diffuso nella cucina tradizionale, nelle quali il suo utilizzo si alterna a quello dello stoccafisso che è sempre merluzzo, ma conservato mediante essiccazione. Il baccalà ha bisogno di una lunga immersione in acqua fredda, per togliere il sale e res…

L'abbiamo preparata con

Baccalà

Diffuso nella cucina tradizionale, nelle quali il suo utilizzo si alterna a quello dello stoccafisso che è sempre merluzzo, ma conservato mediante essiccazione. Il baccalà ha bisogno di una lunga immersione in acqua fredda…

L'abbiamo preparata con

Baccalà

Diffuso nella cucina tradizionale, nelle quali il suo utilizzo si alterna a quello dello stoccafisso che è sempre merluzzo, ma conservato mediante essiccazione. Il baccalà ha bisogno di una lunga immersione in acqua fredda, per togliere il sale e res…

Ricette correlate


Ricette correlate

Segui la rotta della
Conchiglia Card
e scopri tutti i vantaggi

Gamberi marinati alla griglia

Ingredienti per 4 persone

8 gamberi interi
4 zucchine
1 cipolla di Tropea
...

Login / Registrati

Hai la Conchiglia Card e sei già registrato?

Hai la Conchiglia Card ma non sei ancora registrato?

Non hai ancora
la Conchiglia Card?

Questa sezione tornerà disponibile a breve!